“Annunciatori della Parola che dona gioia”

lunedì 7 ottobre 2019

A distanza di un anno siamo convocati, sabato 26 ottobre p.v. alle ore 15.15, presso l’Oratorio Parrocchiale di Lucinico per fare memoria ancora di quell’impegno di Evangelizzazione che anima ogni proposito, iniziativa e prassi pastorale.

La Chiesa ha sempre evangelizzato. Evangelizzare non è solo una missione che il Signore Gesù le ha affidato, è la stessa natura della Chiesa. Senza evangelizzazione non c’è Chiesa.

La comunità cristiana, che da 2000 anni si interroga su come rispondere fedelmente al comando del Signore di andare in tutto il mondo e proclamare il suo Vangelo per fare suoi discepoli quanti crederanno (cfr Mt 28,19), trova nel processo della catechesi una tappa fortemente significativa per lo sforzo di rinnovarsi e di trovare le forme adeguate perché il Vangelo sia sempre percepito come Parola di Dio che salva. È qui che l’esigenza di nuova evangelizzazione bussa alla porta delle nostre comunità per chiedere di non rimanere arroccati in posizioni assunte e spesso diventate ormai anacronistiche o ininfluenti, ma di farsi carico di un nuovo modello di trasmissione e comunicazione della fede.

Il catechista non è una persona che si attribuisce per propria iniziativa o gusto personale la missione di predicare e di spiegare il Vangelo, ma lo fa perché ha ricevuto una missione che gli affida la Chiesa, giacché evangelizzare non è mai per nessuno un atto individuale e isolato ma profondamente ecclesiale. La costante preoccupazione del catechista deve essere quella di comunicare con fedeltà, tramite l’insegnamento e la testimonianza, la persona, la vita e il messaggio di Gesù, presentandolo in modo integro. La Parola di Dio deve ispirare tutta la sua esistenza e guidarlo per una migliore conoscenza del Dio che ci ha rivelato Gesù, del suo disegno di salvezza e della vocazione e grandezza della dignità umana.

Per compiere questa missione così importante nella Chiesa Papa Francesco ci ricorda che il tempo è superiore allo spazio. È urgente, pertanto, avviare processi che portino gradualmente a un rinnovamento delle comunità, piuttosto che affannarsi nell’occupare “spazi” che non ci sono più. Due sono le strade sulle quali è necessario incamminarsi più decisamente: la formazione costante degli operatori pastorali; la riqualificazione , in senso evangelico, delle nostre comunità cristiane.

Il convegno “Annunciatori della Parola che dona gioia” pone al centro della riflessione un tema essenziale per la natura e la missione della Chiesa: la comunicazione delle fede nell’attuale contesto sociale ed ecclesiale.

Il convegno si concluderà con la celebrazione del Mandato ai Catechisti. “Il mandato esprime l’appartenenza responsabile del catechista alla propria comunità diocesana, perché manifesta la sua corresponsabilità nella missione di annunciare il Vangelo e di educare e accompagnare nella fede. Esso è anche il segno di riconoscimento di questa specifica vocazione e un titolo fecondo per il coordinamento dell’azione educativa in seno alla Chiesa (IG 78)”.

 

Destinatari

Il convegno è proposto:

  • ai presbiteri e ai diaconi impegnati nella catechesi;
  • agli operatori pastorali (catechisti, educatori, animatori, ecc).

 

Programma

SABATO 26 OTTOBRE

  • Accoglienza e preghiera
  • Intervento di Don Marcin Gazzetta (direttore UCD Udine)
  • Dialogo con i partecipanti
  • Pausa caffè
  • Celebrazione diocesana del Mandato ai catechisti

 

SEDE DEL PERCORSO

Oratorio Parrocchiale

Via Giulio Cesare 23 A

34170 Lucinico (GO)

 

ISCRIZIONI

Adesione presso Ufficio Catechistico Diocesano

via Arcivescovado, 2 -34170 Gorizia

dal lunedì al venerdì ore 09.00 – 13.00

tel. 0481 597620 – fax 0481 597666

catechistico@arcidiocesi.gorizia.it

www.arcidiocesi.gorizia.it/catechistico

 

È gradito un dolce o simile per allietare la pausa caffè.