Arcivescovo

mercoledì 18 novembre 2015

La biografia

Mons. Carlo Roberto Maria Redaelli, Arcivescovo Metropolita di Gorizia (Foto di Pierluigi Bumbaca)

Mons. Carlo Roberto Maria Redaelli, Arcivescovo Metropolita di Gorizia (Foto di Pierluigi Bumbaca)

Monsignor Carlo Roberto Maria Redaelli è nato a Milano il 23 giugno 1956 da padre brianzolo (Severino, deceduto nel 1994) e madre bellunese (Giovanna Terribile, ora 86enne), primo di quattro fratelli e zio di sei nipoti. Battezzato il 30 giugno 1956. È entrato a 11 anni nei seminari milanesi, seguendo le orme dello zio sacerdote (don Sergio, ora parroco a Milano), dove ha compiuto gli studi e ha conseguito il Baccellierato in teologia presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale. Ordinato presbitero il 14 giugno 1980 dall’Arcivescovo Card. Carlo Maria Martini, è stato inviato al Pontificio Seminario Lombardo di Roma per frequentare i corsi universitari presso la Facoltà di diritto canonico della Pontificia Università Gregoriana, dove ha conseguito la licenza e successivamente il dottorato con una tesi sul concetto di diritto della Chiesa nella riflessione canonistica tra Concilio e Codice.

Oltre alla tesi di dottorato, ha pubblicato studi in opere di collaborazione e articoli su riviste specializzate (in particolare “Quaderni di diritto ecclesiale” ed “ex Lege”) in materia canonistica (con particolare attenzione ai temi fondamentali del diritto canonico), ecclesiasticistica e fiscale. Ha pubblicato anche due volumi di carattere spirituale e pastorale con riferimento alla sua esperienza di vicario generale.

Ha operato dal 1983 presso l’Avvocatura della Curia arcivescovile di Milano, di cui è diventato Avvocato generale dal 1993. Ha svolto servizio pastorale presso alcune parrocchie di Milano, in particolare nell’ambito della pastorale dei giovani e delle famiglie.

È stato docente di diritto canonico presso la Facoltà teologica dell’Italia Settentrionale e lo è tuttora presso la Facoltà di diritto canonico della Pontificia Università Gregoriana.

Vicario generale dell’Arcidiocesi di Milano dall’11 gennaio 2004. L’8 aprile 2004 è stato eletto dal Sommo Pontefice Giovanni Paolo II Vescovo titolare della Diocesi di Lambesi e Vescovo ausiliare dell’Arcidiocesi di Milano. È stato ordinato Vescovo dall’Arcivescovo Card. Dionigi Tettamanzi il 5 giugno 2004.

È Presidente del Comitato per gli Enti e i Beni Ecclesiastici della Conferenza Episcopale Italiana, di cui era membro già dal 1994, e del Consiglio per gli Affari Giuridici della stessa Conferenza Episcopale Italiana.

Il 28 giugno 2012 il Santo Padre Benedetto XVI lo ha nominato Arcivescovo metropolita di Gorizia. Ha fatto il suo ingresso in diocesi domenica 14 ottobre 2012.

È vescovo delegato alla Commissione per la carità della Conferenza episcopale triveneta.

È membro della Commissione Episcopale Cei per il servizio della carità e la salute. È membro della Presidenza della Caritas Italiana.

Nel febbraio 2016 è stato nominato Visitatore Apostolico per la diocesi di Acqui Terme.

Nel novembre 2016 ha visitato le Chiese della Costa d’Avorio e del Burkina Faso con cui l’arcidiocesi intrattiene da lunghi anni rapporti di collaborazione missionaria.

 

Ha pubblicato le seguenti lettere pastorali:

2012/2013: “Varcate le sue porte con inni di grazie”
2013/2014: Chi è la Chiesa
8 marzo 2014: Lettera a Priscilla
Centenario dell’inizio della Grande Guerra: Egli è la nostra pace
2014/2015: Una Chiesa che ascolta e che accoglie
Lettera ai presbiteri della diocesi: Tornare alle origini per sentirci mandati
2015/2016: Chi è il cristiano
2016/2017: Lettera al cristiano della domenica

2017/2018: Il giovane che seguiva Gesù

 

 

Per contatti: segreteria dell’Arcivescovo
Segreteria: Bertolini sig.ra Chiara
telefono (+39) 0481 597601
cellulare (+39) 327 2844899
fax (+39) 0481 597665
episcopio@arcidiocesi.gorizia.it

ORARIO: da martedì a venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Il diario dell’Arcivescovo

 

 

ingresso pastorale Roma, 29-06-2013. Basilica vaticana. Solennita' dei santi Pietro e Paolo Apostoli. Benedizione e imposizione dei Palli da parte di Sua Santità Papa Francesco. Monsignor Carlo Roberto Maria Redaelli visita ad limina 2013 1