Pietro Cocolin (1967 – 1982)

venerdì 22 gennaio 2016

cocolinNato a Saciletto di Ruda il 2 agosto 1920, ordinato sacerdote a Gorizia il 3 giugno 1944, Pietro Cocolin fu cooperatore parrocchiale a Cormons, quindi parroco a Terzo di Aquileia e ad Aquileia, arciprete-decano a Monfalcone, sempre circondato da affettuosa stima dei fedeli e dei confratelli.

La scelta di un membro del clero diocesano, dopo alcuni decenni, a vescovo di Gorizia – nominato il 26 giugno 1967 e consacrato nella basilica di Aquileia il 3 settembre – suscitò grandi speranze nella realtà locale.

Monsignor Cocolin ha sviluppato una presenza intensissima in tutti i settori della vita diocesana e negli ambiti sociali locali, raccogliendo unanime simpatia per le sue capacità di accoglienza e di dialogo. Nella sua opera pastorale, oltre ad una vasta riorganizzazione delle strutture diocesane, spiccano le iniziative per la valorizzazione del ricco patrimonio della tradizione aquileiese, i costanti rapporti con la realtà slovena anche oltre il confine di Stato, e soprattutto l’apertura alle Missioni cattoliche con la promozione di una presenza missionaria diocesana nella diocesi africana di Bouaké (Costa d’Avorio).

In qualità di Amministratore Apostolico resse per oltre due anni anche la diocesi di Trieste (1975-1977).

Stroncato da emorragia cerebrale, morì rimpianto da tutti l’11 gennaio 1982.