Nomine: don Verzier alla guida delle comunità di Visco e Crauglio

sabato 16 ottobre 2021

L’arcivescovo Carlo ha inviato una lettera ai fedeli della parrocchia di Santa Maria Maggiore in Visco e di S. Canciano martire in Crauglio.

In essa, mons. Redaelli ricorda di avere chiesto nelle scorse settimane a don Giorgio Longo, parroco delle comunità dal 2007, di assumere la responsabilità come parroco delle parrocchie dell’Unità pastorale di Fogliano, Redipuglia e San Pier d’Isonzo.

“È giusto che le vostre due comunità – sottolinea l’arcivescovo dopo avere ringraziato nuovamente don Longo per la sua disponibilità – nonostante la nota penuria di sacerdoti continuino ad avere un loro pastore”.

“Sono ora a comunicarvi – prosegue la lettera – che a partire dal prossimo primo novembre vi seguirà don Cristiano Verzier, incardinato nella diocesi di Trieste che, in accordo con il suo Vescovo, si è reso disponibile per tale incarico”.

“Lo ringrazio – conclude mons. Redaelli – per la sua disponibilità e ringrazio anche il Vescovo di Trieste, l’arcivescovo mons. Giampaolo Crepaldi, per avere accolto la richiesta di una collaborazione tra le due diocesi sorelle”:

***

Venerdì 1° ottobre 2021, l’arcivescovo mons. Carlo Roberto Maria Redaelli ha incontrato, in due momenti distinti, i Consigli pastorali della Collaborazione pastorale fra le parrocchie di Borgnano – Brazzano – Cormons – Dolegna del Collio e dell’Unità pastorale fra le parrocchie del Sacro Cuore di Gesù e Maria e dei Santi Giovanni e Giusto in Gorizia.

Mons. Redaelli ha annunciato la nomina di don Stefano Goina quale responsabile della costituenda Unità pastorale cormonese e parroco delle parrocchie di Borgnano – Brazzano – Cormons –Dolegna del Collio e ha anche comunicato che ha chiesto di essere a servizio della stessa a mons. Armando Zorzin, vicario generale. Don Stefano continuerà anche ad avvalersi della collaborazione dei sacerdoti, diaconi e consacrate già operanti nella Collaborazione pastorale.

L’Unità pastorale fra le parrocchie del Sacro Cuore di Gesù e Maria e dei Santi Giovanni e Giusto in Gorizia verrà affidata alla Comunità di Gorizia della Società salesiana di San Giovanni Bosco, mentre mons. Arnaldo Greco avrà un altro incarico.

L’arcivescovo ha espresso, a nome suo e della Diocesi, il ringraziamento ai sacerdoti interessati nei trasferimenti e ha invitato le comunità ad accompagnare questo momento di cambiamento con la preghiera al Signore perché mandi sempre nuovi operai alla sua messe.

***

Nel corso dell’incontro di venerdì 17 settembre 2021 con il Consiglio dei Vicari ed i direttori degli Uffici diocesani, l’arcivescovo mons. Carlo Roberto Maria Redaelli ha comunicato:

  • la nomina dell’avv. Alessia Urdan a Cancelliere della Curia arcivescovile;
  • la nomina di mons. Mauro Belletti ad incaricato diocesano per la formazione dei diaconi permanenti;
  • la nomina di don Giulio Boldrin quale segretario del Consiglio dei Vicari
  • la nomina della dott.ssa Francesca Missio a Notaio di Curia

***

L’arcivescovo mons. Carlo Roberto Maria Redaelli ha incontrato la sera di sabato 4 settembre 2021 in due momenti successivi, i Consigli pastorali di Crauglio e Visco e dell’Unità pastorale fra le parrocchie di Fogliano, Redipuglia e San Pier d’Isonzo.

Mons. Redaelli ha annunciato la nomina di don Giorgio Longo, attualmente parroco di Crauglio e Visco, a parroco dell’Unità pastorale fra le parrocchie di Fogliano, Redipuglia e San Pier d’Isonzo in sostituzione di don Fulvio Ostroman destinato quale Collaboratore pastorale all’Unità pastorale delle parrocchie di S. Ambrogio, B.V. Marcelliana, SS. Redentore, Ss. Nicolò e Paolo a Monfalcone.

Nell’esprimere il ringraziamento a don Longo per la disponibilità ad assumere il nuovo servizio, l’arcivescovo ha rinnovato il ringraziamento per il servizio svolto in questi anni nell’Unità pastorale a don Ostroman e a don Giulio Boldrin che l’ha affiancato quale Collaboratore pastorale.

Il nome del nuovo parroco di Visco e Crauglio verrà comunicato nelle prossime settimane.

Alle comunità da parte di mons. Redaelli l’invito ad accompagnare questo momento di cambiamento con la preghiera al Signore affinchè doni sempre nuovi sacerdoti alla Sua Chiesa.