Come si diventa sacerdoti?

mercoledì 15 novembre 2017

È il sacramento dell’ordine che fa diventare una persona un presbitero, un sacerdote. Ma il cammino per arrivare fino all’ordinazione è piuttosto lungo e articolato e dura in genere 7 anni.

Quando un giovane, che abbia terminato le superiori, dopo un tempo di discernimento, attraverso la preghiera personale, il confronto con una guida e gli stimoli del gruppo di ricerca vocazionale, arriva alla decisione di verificare più seriamente la propria chiamata al sacerdozio si rivolge al vescovo della propria diocesi che lo affida all’equipe formativa del Seminario.

Il primo passo è quello dell’anno propedeutico: una piccola comunità fraterna dove ci si sperimenta nella vita comunitaria, si acquisisce gradualmente un ritmo di preghiera intenso, si pongono le basi per gli studi teologici, eventualmente recuperando quanto manca nella preparazione previa, si conosce più da vicino cosa significa essere sacerdoti, ci si impegna in un servizio di carità. Se ci si ritrova confermati, si passa al Seminario teologico.

Il Seminario per la formazione dei futuri presbiteri delle diocesi di Trieste, Udine e Gorizia si trova a Castellerio, nel comune di Pagnacco (UD). È una comunità formata da una trentina di persone, accompagnate dal Rettore, dal vicerettore e dal padre spirituale, oltre che da tutti i docenti. In Seminario buona parte del tempo è impiegata nello studio della filosofia, della teologia e di alcune discipline collegate. La vita comunitaria poi prevede chiaramente dei tempi di preghiera, dei momenti di formazione, oltre che tutto quanto serve alla vita in comune. Il Seminario dura 6 anni. Il sesto anno in genere è un po’ diverso perché prevede un impegno in parrocchia più consistente. Al termine del sesto anno è collocata l’ordinazione presbiterale che abilita all’esercizio del ministero sacerdotale.

Don Nicola Ban