Festa della Madonna della Salute 2017

venerdì 10 novembre 2017

Anche quest’anno diverse comunità della nostra arcidiocesi  si apprestano a celebrare la festa della Madonna della Salute. E’ un giorno che ci invita alla preghiera e quindi all’azione : la fragilità non lasci nessuno indifferente e si moltiplichino gli sforzi di tutti perché i diritti dei più deboli siano tutelati. La storia, e la storia della Chiesa, conosce tante locande del buon Samaritano dove i sofferenti del cuore e del corpo ( e di entrambi) hanno ricevuto l’olio della consolazione e il vino della speranza. E’ responsabilità di tutti noi come uomini e battezzati far si che la porta della locanda si apra sempre….” in fretta”….- e Maria ce lo insegna mentre va in soccorso di Elisabetta- perché nessuno si senta privato della prima medicina che è proprio la prossimità. Ho chiesto a don Maurizio che ci aiuti ad entrare nel clima di questa festa attraverso il pensiero e le parole di Don Tonino Bello, pastore della Chiesa di Molfetta, che ci ha ricordato che è bene offrire l’ Amicizia innanzitutto a chi è debole e provato. E mentre ringrazio don Maurizio per la sua sensibilità, auguro a tutti buona festa: a chi è a casa, a chi è in ospedale , nelle tante case di cura , a giovani , adulti o anziani che non trovano motivo per sperare, a tutti coloro che si adoperano per alleviare le fatiche umane, medici, infermieri, sacerdoti, religiosi e religiose ,operatori , volontari delle tante associazioni e gruppi e dell’ intera Chiesa diocesana.

Don Mirko Franetovich

Direttore ufficio diocesano pastorale della Salute