Manuel in cammino verso il sacerdozio

martedì 27 novembre 2018

Da un po’ di anni la nostra diocesi non ha la gioia di celebrare l’ordinazione di un sacerdote, e probabilmente questo fatto ci rende meno familiari con il percorso di preparazione a questo momento. Come tutte le scelte importanti della vita, anche quella del sacerdozio non si improvvisa, ma è frutto di una serie di tappe e di verifiche spalmate nel corso di almeno 7 anni.

Uno entra in seminario e per prima cosa vive l’anno propedeutico che vorrebbe aiutare il discernimento e porre le basi per la vita spirituale e lo studio successivo. Poi si comincia lo studio della filosofia nella tappa che viene detta “discepolare”, ovvero è un tempo in cui si approfondisce che cosa significa essere prima di tutto discepoli, con un rapporto personale con Cristo. Fino a questo momento il candidato chiaramente si impegna in un percorso personale di discernimento, ma che non prevede atti pubblici. Il primo impegno pubblico preso da un seminarista avviene nel “rito di ammissione ai candidati al presbiterato” (di solito dopo 3-4 dall’inizio del percorso seminariale) quando la persona manifesta davanti al vescovo e alla comunità cristiana il desiderio di rispondere alla chiamata del Signore, verificando con sempre maggior fervore la propria vocazione. Concretamente questo rito di ammissione comprende la chiamata del candidato a cui risponde “Eccomi”, la richiesta pubblica di impegnarsi nel cammino di formazione, la benedizione da parte del vescovo di questo proposito. Il cammino poi continua con la tappa di configurazione a Cristo pastore e servo, concentrandosi soprattutto sullo studio della teologia. Infine insieme ad una più intensa esperienza pastorale si cerca di operare una sintesi vocazionale.

Per la nostra diocesi sarà un momento di festa e di preghiera il rito di ammissione al presbiterato per Manuel Millo, che dopo l’anno propedeutico a Pordenone, sta vivendo il suo terzo anno al seminario interdiocesano di Castellerio.

Il rito si svolgerà nel corso della celebrazione eucaristica domenica 2 dicembre alle 18.30 nella chiesa parrocchiale di Aiello

Manuel è cresciuto nella comunità di Staranzano, ma da qualche settimana è in tirocinio pastorale presso don Federico Basso nell’Unità Pastorale di Aiello, Joannis, S. Vito al Torre, Chiopris-Viscone, Medea.

Questa celebrazione può essere l’occasione per tutti i fedeli della diocesi di conoscere più da vicino la realtà del seminario e per pregare per le vocazioni.