La Chiesa isontina saluta con gioia il nuovo Papa
Il messaggio dell'Arcivescovo Carlo Roberto Maria Redaelli in occasione dell'elezione di Francesco

Il suo presentarsi con semplicità come Vescovo di Roma, la sua richiesta di preghiera e di silenzio, la sua forte sensibilità spirituale e pastorale, in particolare per i poveri, fanno sperare in un cammino di autentica riforma della Chiesa caratterizzato da una rinnovata fedeltà al Vangelo.

La Chiesa di Gorizia è molto lieta e con tutto il popolo di Dio si stringe con affetto attorno al nuovo Vescovo di Roma, il card. Jorge Mario Bergoglio, ora papa Francesco.

Sant’Ignazio di Loyola, di cui il nuovo vescovo di Roma è figlio spirituale, e san Francesco, di cui ha scelto il nome, lo assistano, unitamente alla preghiera del popolo di Dio che invoca e continuerà a invocare su di lui la benedizione di Dio.

† Carlo Roberto Maria Redaelli

13-03-2013